Navigate / search

Una luce nella notte: evangelizzazione di strada in action

® L’esperienza di nuova evangelizzazione più imitata al mondo si chiama Una luce nella notte. L’inizio risale al 1999, quando a Verona si tenne aperta una chiesa vicina al Mac Donald’s della centralissima piazza Bra, per contattare i giovani di notte durante tutto il Giubileo del 2000. Da allora si contano le edizioni in moltissime città italiane.

Recentemente anche comunità religiose, frati e suore di ogni parte d’Italia ne hanno adottato il format per le attività dei loro istituti e in Europa, sono molte le diocesi che hanno fatto altrettanto. D’estate non si contano ormai le chiese aperte di notte ovunque, per attività che da essa prendono il nome, talvolta con nomi simili, come «LN2» di Nuovi Orizzonti, «La luce nella notte» delle comunità “sentinelle di Pasqua” o “Giovanni Paolo II” e nomi più fantasiosi come “Sulle strade di Emmaus” a Palermo, o “Notte di luce”, ecc… Talvolta persino gruppi improvvisati di giovani o di adulti cercano di organizzare esperienze simili ad Una luce nella notte, e sempre, comunque, funziona.

Una luce nella notte è nata a Verona nel 1999
Una luce nella notte è nata a Verona nel 1999

Il primo Centro per la Formazione alla Nuova Evangelizzazione per le diocesi in Italia può con gioia annunciare che Una luce nella notte raggiungerà quest’estate la considerevole cifra di 2.500 edizioni. Anche nella prossima missione nulle spiagge di Rimini-Riccione (iniziata per la prima volta nel 2002 dal progetto Sentinelle del mattino e proseguita poi fino ad oggi da varie comunità carismatiche), organizzerà notti di evangelizzazione usando un format simile a quello originale.

Nel sito del progetto è possibile leggere le testimonianze di chi l’ha vissuta: ovunque è sempre uno spettacolo, vedere migliaia di giovani affollare le chiese di notte per attendere il proprio turno per un incontro con Dio.

Una luce nella consiste nell’aprire una chiesa di notte e dentro la chiesa si vive un format molto particolare, capace di parlare all’uomo moderno di oggi, con un linguaggio semplice, ma efficace. All’esterno dei giovani contattano altri coetanei invitandoli ad un incontro con Gesù, senza forzature e con molta delicatezza. Contrariamente a qualche comunità carismatica che preferisce “portare” fisicamente le persone in chiesa, la versione originale è molto libera: non si pubblicizza alcuna comunità specifica, ma si parla solo dell’incontro con Gesù. Non ci sono, nel format ufficiale, comunità di consacrati, ma semplici giovani non appartenenti ad alcun movimento, capaci, però, dopo una lunga formazione, di avvicinarsi ai propri coetanei per offrire loro la possibilità di un dialogo sulla fede o sulla non fede.

Per vedere la versione originale di questa proposta e per conoscere il format che dal 1999 viene continuamente perfezionato come servizio per le diocesi e le parrocchie, basta passare per Milano Marittima proprio nei giorni del centenario. Nella notte del 13 agosto, Una luce nella notte © brillerà senza rumore, ma con tanta semplicità, nelle notti della movida ravennate.

Qui tutte le informazioni sull’evento.